Luca Lanzi

Avv. Luca Lanzi

Avvocato Penalista - Criminologo - Esperto in Scienze Forensi

Dopo aver conseguito la Laurea magistrale in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” nel 2012, l’avvocato Luca Lanzi ha svolto il biennio di praticantato in un prestigioso Studio legale della Capitale, superando l’esame per l’abilitazione all’esercizio della professione forense presso la Corte di Appello di Roma. Iscritto all’Albo degli Avvocati di Roma dal 2015, a soli 27 anni ha iniziato a patrocinare in processi penali di sempre maggior caratura, nel Foro di Roma e su tutto il territorio nazionale.

Approccio e predisposizione della difesa

01

Colloquio con l’assistito

per conoscere la sua versione dei fatti rispetto a quanto gli viene contestato

02

Studio del fascicolo

per aver cognizione degli elementi favorevoli e sfavorevoli alla difesa

03

Individuazione del punto nodale del processo

per cogliere le questioni dirimenti ai fini del buon esito del giudizio

02

Studio del fascicolo

per aver cognizione degli elementi favorevoli e sfavorevoli alla difesa

03

Individuazione del punto nodale del processo

per cogliere le questioni dirimenti ai fini del buon esito del giudizio

04

Investigazioni difensive

per acquisire ulteriori elementi di prova a discarico

05

Scelta della strategia difensiva

I valori

Passione

per il Diritto e la Procedura Penale

Competenza

nel proprio settore di attività

Professionalità

nell'espletamento dell'incarico difensivo

Disponibilità

verso i propri assistiti
 

Truffa contrattuale: se la vittima effettua il pagamento tramite bonifico bancario, è competente il Tribunale del luogo ove ha sede la filiale della banca presso la quale è aperto il conto corrente del truffatore.

Truffa contrattuale: se la vittima effettua il pagamento tramite bonifico bancario, è competente il Tribunale del luogo ove ha sede la filiale della banca presso la quale è aperto il conto corrente del truffatore.

In tema di truffa contrattuale (art. 640 c.p.), la Suprema Corte, chiamata a risolvere un conflitto negativo di competenza territoriale (art. 32 c.p.p...

Gioielli rubati venduti al “compro oro”? È autoriciclaggio.

Gioielli rubati venduti al “compro oro”? È autoriciclaggio.

Secondo una recente pronuncia della Corte di cassazione, chi, dopo essersi reso responsabile del furto di alcuni gioielli, non li destini alla semplice...

Richiedi un appuntamento o informazioni